Il Gilet Giallo Chalençon: "Peccato che il governo M5s-Lega sia scoppiato"

Sulla questione dei migranti, aggiunge Chalençon, "l'Ue deve trovare una soluzione. Lo Stato italiano non può restare da solo a risolvere il problema".

Il Gilet Giallo Chalençon

Il Gilet Giallo Chalençon

globalist 19 agosto 2019
"Il Movimento 5 Stelle nella coalizione di governo con la Lega aveva un'ottima dinamica. Oggi invece se la Lega dovesse guidare l'Italia da sola questo rischierebbe di portare problemi". Così Christophe Chalençon, uno dei leader dei gilet gialli, che a febbraio scorso aveva incontrato in Francia il vicepremier Luigi Di Maio e Alessandro di Battista creando una crisi diplomatica tra Francia e Italia, commentando l'attuale situazione politica italiana.
"E' un peccato - sottolinea - che la coalizione al Governo in Italia esploda anche perché aveva acceso i riflettori sui problemi. Detto questo non sarebbe una buona soluzione se la Lega di Salvini avesse da solo le redini del potere: la miglior soluzione era quella che c'era e che permetteva di trovare un compromesso. Bisogna mettere gli interessi personali di lato per l'interesse generale dei propri cittadini".
Sulla questione dei migranti, aggiunge Chalençon, "l'Ue deve trovare una soluzione. Lo Stato italiano non può restare da solo a risolvere il problema. I cittadini ne hanno abbastanza, osserviamo la stessa cosa in Francia. Quello che mi era piaciuto di Di Maio e di Di Battista quando li ho incontrati era la loro visione su questo tema: per risolvere i problemi bisogna aiutare i paesi di origine e aiutare i paesi africani nello sviluppo".