Il manifesto del killer razzista: "Anche gli europei dovrebbero armarsi contro gli invasori"

Patrick Crusius ha spiegato le sue deliranti ragioni: "Questo attacco è una risposta all’invasione ispanica in Texas. Sono stati loro a istigarmi, sto semplicemente difendendo il mio Paese"

Supremastisti bianchi e razzisti

Supremastisti bianchi e razzisti

globalist 4 agosto 2019
Un razzista e un suprematista bianco che si fa portavoce di deliri che ormai - purtroppo - ascoltiamo anche da uomini politici in America come in Europa e, ovviamente, in particolare in Italia.
Un misto di odio e fake news: “Sono un sostenitore della strage di Christchurch e del suo manifesto. Questo attacco è una risposta all’invasione ispanica in Texas. Sono stati loro a istigarmi, sto semplicemente difendendo il mio Paese dall’invasione. Questo è il manifesto in cui spiego le ragioni del mio attacco”-
Le parole di Patrick Crusius, autore della strage nel supermercato Walmart a El Paso, Texas.
Aveva detto il razzista bianco: “Difendo il mio Paese dalla sostituzione etnica e culturale portata da un’invasione”, sottolinea il manifesto per poi aggiungere.
“L’America è in decomposizione dall’interno. La verità scomoda è che sia democratici che repubblicani hanno fallito per anni. Entrambi sono coinvolti in uno dei più grandi tradimenti della storia americana”.
Anche se, sottolinea Crusius, quello repubblicano “si è opposto all’immigrazione di massa”.
Un pensiero è riservato all’Europa: “I nostri amici europei non hanno delle leggi sulle armi che gli consentano di difendersi da milioni di invasori. Non hanno scelta: possono solo sedersi e guardare i loro Paesi bruciare”.
Sulla preparazione dell’attentato, Crusius dice: “Non ho impiegato molto tempo a preparare l’attacco. Forse un mese. Ma ho pensato che un attacco non preparato bene e un manifesto scritto così così possono essere meglio di niente, meglio dell’inerzia”.
E ancora: “Gli ispanici sono migranti economici, sono disposti a tornare nei loro Paesi. Per far sì che ciò accada hanno bisogno di un incentivo che io, insieme ad altri patrioti americani, dobbiamo dare”. “Ho trascorso la vita a prepararmi per un futuro che non esiste. Presto gli ispanici prenderanno il controllo del mio amato Texas. Ricordate: l’inerzia è una scelta. Non posso più sopportare la vergogna”.