Top

Troppe rapine e furti: ad Addis Abeba proibite le motociclette

Sono sempre più spesso usate dai delinquenti per darsi alla fuga. Ma anche in altri paesi africani c'è lo stesso divieto

Addis Abeba
Addis Abeba

globalist

9 Luglio 2019 - 17.59


Preroll

Poiché ad Addis Abeba, capitale dell’Etiopia, i ladri agiscono spesso in motocicletta, l’amministrazione della città ha deciso di risolvere il problema alla radice: da oggi non potranno più circolare motorini nelle strade della città. 
Takele Uma, sindaco della città, ha tenuto a precisare che le aziende sono state esentate, ma le società di consegna a domicilio sostengono di essere state colpite in pieno dal provvedimento: le loro moto sono state sequestrate dalle autorità.
Le motociclette sono diventate sempre più popolari ad Addis Abeba, soprattutto per evitare gli ingorghi, ma non sono così comuni come in molte altre città africane.
Simili divieti del resto erano stati introdotti anche in altri Paesi dell’Africa, sempre nel tentativo di arginare fenomeni di delinquenza comune.
Le motociclette sono state dichiarate fuorilegge da ben nove anni in alcune città della Nigeria. A Lagos, Port Harcourt e Abuja non possono entrare nei centri cittadini dove sono state spesso utilizzate come mezzo di fuga rapida dai ladri. Nella città settentrionale di Maiduguri erano state bandite nel 2011 per prevenire gli attacchi di Boko Haram, la setta islamista radicale.
Lo Stato di Lagos da poco ha allentato alcuni dei suoi divieti, consentendo al bike-sharing di operare ma solo conformandosi a severi regolamenti.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage