Un altro colpo al potere di Erdogan: l'ex vice-premier Babacan lascia l'Akp

Il politico turco si è messo al lavoro per una nuova forza politica sostenendo che c'è bisogno di una politica nuova per la Turchia

Erdogan e Ali Babacan

Erdogan e Ali Babacan

globalist 8 luglio 2019
Dopo la perdita di Istanbul un altro segno di un potere quasi assoluto che comincia a mostrare le prime crepe?
Ali Babacan sbatte la porta dell'Akp e si mette al lavoro per una nuova forza politica. L'ex vice premier turco ha annunciato l'addio al partito Giustizia e Sviluppo di Recep Tayyip Erdogan alla luce delle "profonde divergenze" con i vertici della forza politica. "La Turchia ha bisogno di una visione totalmente nuova per il suo futuro", afferma Ali Babacan in un messaggio rilanciato dai media turchi.
L'ex vice premier ed ex ministro degli Esteri parla della necessità di "strategie nuove, piani nuovi e programmi nuovi". Indiscrezioni di stampa sostengono voglia unire le forze con l'ex presidente Abdullah Gul.
Nel 2001 Ali Babacan è stato tra i fondatori dell'Akp. L'addio al partito arriva dopo la sonora sconfitta subita dall'Akp alle elezioni amministrative a Istanbul, ripetute su richiesta del partito al potere e vinte dal candidato dell'opposizione Ekrem Imamoglu.