Charlottesville, condannato all'ergastolo il suprematista che linciò la folla con la macchina

Era il 12 agosto 2017: James Alex Fields Jr, 20 anni, si fiondò con la macchina su una manifestazione antirazzista e uccise Heather Hayer, ferendo 19 persone

L'attentato di Charlottesville

L'attentato di Charlottesville

globalist 28 giugno 2019

James Alex Fields Jr, il ventenne suprematista bianco che il 12 agosto del 2017 travolse con la sua macchina un corteo di protesta contro un raduno di razzisti a Charlottesville, in Virginia, è stato condannato all'ergastolo per crimini di odio e per l'omicidio della 32enne Heather Hayer e il ferimento di altre 19 persone. 
A marzo Fields si era dichiarato colpevole, con la speranza così di evitare la condanna a morte, ancora legale nello stato della Virginia. 
L'attacco di Charlottesville passò alle cronache come la 'Unite the Right', ossia il nome che aveva la manifestazione di suprematisti bianchi che si riunì nella cittadina. Quel giorno ci furono numerosi scontri con la polizia e in seguito all'attentato di Fields un'ondata di polemiche investì il presidente Trump che non condannò in maniera definitiva i nazisti, dicendo invece che 'la violenza ha molte parti'.