Più armi per tutti: Bolsonaro prepara la terza versione del decreto

Braccio di ferro del Capo di Stato brasiliano con il Congresso, che ha già bocciato due volte il provvedimento

Jair Bolsonaro

Jair Bolsonaro

globalist 25 giugno 2019
Le forze democratiche brasiliane stanno facendo di tutto per opporsi alla follia del presidente Bolsonaro, impegnato adesso in un nuovo braccio di ferro con il Congresso di Brasilia sulla proposta di facilitare il possesso e il trasporto di armi da fuoco da parte di comuni cittadini. 
Il provvedimento è già stato bocciato e quindi, per non rischiare, il capo di Stato oggi ha deciso di revocare i due suoi precedenti decreti e di presentarne altri tre sullo stesso argomento, rende noto Tv Globo. Il primo decreto firmato da Bolsonaro risale allo scorso 7 maggio, ma è stato subito oggetto di procedimenti giudiziari e tentativi di sospensione al Congresso.
Il 22 maggio, in mezzo alle polemiche, il governo ha quindi ritirato il testo originale modificandolo e attenuando alcuni contenuti. Ma la scorsa settimana il Senato ha respinto anche questa seconda versione. Anche la Corte suprema domani avrebbe dovuto esaminare la costituzionalità del provvedimento, ma Bolsonaro ha deciso di bruciare tutti sul tempo proponendo un nuovo progetto di legge.