Top

Ancora nessuna decisione: domani non partirà la procedura d’infrazione Ue contro l’Italia

Il governo Conte avrà quindi altro tempo per negoziare e “studiare piani di spesa alternativi”.

Dombrovksis e Moscovici
Dombrovksis e Moscovici

globalist

24 Giugno 2019 - 12.58


Preroll

Niente avvio domani della procedura per eccesso di deficit a carico dell’Italia, in base alla regola del debito: secondo il Financial Times la Commissione europea, alla riunione del collegio dei commissari, non farà scattare il procedimento. Il quotidiano cita due fonti anonime dell’esecutivo comunitario, senza specificare meglio quali potrebbero essere le tempistiche della vicenda.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il governo Conte avrà quindi altro tempo per negoziare e “studiare piani di spesa alternativi”. Secondo il quotidiano da un lato l’esecutivo comunitario è sotto pressione da parte di chi vorrebbe una linea intransigente con la Penisola, dall’altro gli stessi Paesi “falchi” dell’Unione sarebbero poco propensi a far scattare questa procedura in questa fase, appena dopo una vittoria elettorale del leader della Lega Matteo Salvini e in piena trattativa sulle nomine chiave della stessa Ue.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile