Trump annuncia trionfante: "Presto espelleremo milioni di clandestini"

Il miliardario xenofobo parla di un accordo con il Guatemala per centri di richiesta di asilo e dà il via al servizio di immigrazione per la caccia allo straniero

Bambina migrante fermata nel Texas

Bambina migrante fermata nel Texas

globalist 18 giugno 2019

Disumano, uno che separa i bambini dai genitori. Il presidente più detestabile della storia degli Stati Uniti.
 Gli Stati Uniti inizieranno la settimana prossima il processo di espulsione di "milioni" di immigrati privi di documenti arrivati illegalmente nel Paese. Lo ha dichiarato su Twitter il presidente Donald Trump.
"La prossima settimana l'Ice (il Servizio per l'Immigrazione e le Dogane, la polizia migratoria ndr) inizierà a espellere i milioni di stranieri clandestini che sono entrati illegalmente negli Stati Uniti", ha affermato il presidente, "Saranno rimandati via così velocemente come sono arrivati".
Trump ha aggiunto che il Guatemala è "pronto a firmare un accordo" secondo cui i migranti che entrano nel suo territorio saranno tenuti a richiedere lì lo status di rifugiati piuttosto che negli Stati Uniti. Stati Uniti che devono fronteggiare un importante afflusso di migranti provenienti dal Guatemala e da altri Paesi poveri dell'America centrale colpiti dalla violenza delle 'gang'.


Donald Trump ha parlato di "invasione" e ha fatto della lotta all'immigrazione clandestina una delle priorità della sua amministrazione.