Un razzista estremista di destra arrestato per l'omicidio Lübcke, il politico pro-migranti

L'assassino incastrato dal Dna: l'esponente dela Cdu era stato nel parlamento dell'Assia ed era nel mirino dei nazional-sovranisti per essere favorevole all'accoglienza

Walter Lübcke

Walter Lübcke

globalist 16 giugno 2019
La pista nazional-sovranista e post nazista. In altri termini: gli spacciatori di odio_ è stato arrestato un 45enne a due settimane dall'omicidio di Walter Lübcke, presidente del distretto di Kassel, in Assia.
"L'arresto è dovuto a una traccia di Dna", hanno detto le autorità. Secondo Frankfurter Allgemeine Zeitung, la persona arrestata proverrebbe dagli ambienti di estrema destra. Lübcke, esponente della Cdu, in passato era stato attaccato da esponenti di tali compagini per le sue posizioni a favore dei rifugiati.
Il politico, 65 anni, che per 10 anni ha guidato il consiglio regionale di Kassel ed è anche stato deputato del Parlamento dell'Assia, a ottobre del 2015, dopo la decisione di Angela Merkel di aprire le frontiere a centinaia di migliaia di migranti iracheni e siriani, aveva difeso i diritti dei rifugiati, attirandosi gli strali dell'estrema destra.