Top

Dodici bambini orfani di combattenti dell'Isis sono stati rimpatriati in Francia

I bambini, tutti molto piccoli, sono stati consegnati a una delegazioni del Ministero degli esteri francese da esponenti curdi del nord-est della Siria

I bambini orfani dell'Isis
I bambini orfani dell'Isis

globalist

10 Giugno 2019 - 20.06


Preroll

Dodici orfani francesi, figli di jihadisti dell’Isis, sono stati consegnati ieri a una delegazione del Ministero degli Esteri francese da alcuni esponenti curdi del nord-est della Siria. La conferma è arrivata oggi da un alto funzionario curdo, Abdelkarim Omar, responsabile delle relazioni esterne dell’entità autonoma nel Nordest della Siria.
Sono tutti molto piccoli – il maggiore ha appena 10 anni – e vivevano nei campi della Siria nordorientale, dove si erano rifugiate decine di migliaia di persone in fuga dalle offensive militari delle forze arabo-curde, appoggiate dalla coalizione internazionale, contro l’ultimo bastione dell’Isis nella Siria orientale. Si tratta di “orfani, isolati e particolarmente vulnerabili”, ha spiegato il Quai d’Orsay.
La consegna degli orfani francesi è avvenuta nella località di Ain Issa. Anche due orfani olandesi sono stati consegnati a una delegazione governativa dei Paesi Bassi, ha aggiunto Abdelkarim Omar.
Finora la Francia aveva rimpatriato solo uno sparuto gruppo di orfani e una bambina di 3 anni. Secondo il Quai d’Orsay, circa 450 cittadini francesi affiliati all’Isis sono in prigione o tenuti in campi profughi nella Siria nordorientale.
Le autorità curde faticano a gestire questa massa di detenuti. La settimana scorsa, diverse donne sono fuggite da un campo del Nordest della Siria. Da diversi mesi i curdi, alleati occidentali nella guerra contro l’Isis, rivendicano il rimpatrio di mogli e figli di jihadisti stranieri. Ma i Paesi interessati, soprattutto in Europa, sono riluttanti a recuperare le donne e spesso gestiscono il ritorno dei bambini caso per caso.
La settimana scorsa, due americani e sei bambini, di famiglie legate all’Isis in Siria, sono stati rimpatriati negli Usa, che spingono i Paesi europei a riprendersi i loro jihadisti. Degli orfani sono stati consegnati anche alla Norvegia e circa 150 fra donne e bambini all’Uzbekistan.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile