Top

Mai premio Nobel fu più sbagliato: Aung San Suu Kyi incontra Orban, intesa su immigrazione e islam

Come ricorda il quotidiano britannico The Independent, Suu Kyi è stata oggetto di pesanti critiche per la violenta repressione delle’sercito birmano nei confronti della minoranza musulmana dei Rohingya

Aung San Suu Kyi incontra Orban
Aung San Suu Kyi incontra Orban

globalist

6 Giugno 2019 - 12.48


Preroll

L’immigrazione clandestina e “la crescita continua delle popolazioni musulmane” costituiscono una delle principali sfide per l’Ungheria e la Myanmar: lo hanno affermato il premier ungherese, Viktor Orban, e la leader birmana Aung San Suu Kyi, in vista a Budapest.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“I due dirigenti hanno sottolineato come una delle principali sfide attuali per entrambi i Paesi e le rispettive regioni è l’immigrazione, e il problema della coesistenza con una popolazione musulmana crescente”, si legge nel comunicato diffuso dal governo ungherese.

Middle placement Mobile

Orban si è detto favorevole ad una maggiore cooperazione ecomomica fra l’ex Birmania e l’Ue, ma ha respinto qualsiasi tentativo di “esportazione della democrazia”, accusando Bruxelles di “voler confondere questioni diverse come la cooperazione economica e la politica interna”.

Dynamic 1

Come ricorda il quotidiano britannico The Independent, Suu Kyi è stata oggetto di pesanti critiche per la violenta repressione delle’sercito birmano nei confronti della minoranza musulmana dei Rohingya, definita dalle Nazioni Unite come un atto di genocidio.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile