Il Presidente filippino Duterte: "prima ero gay ma le belle donne mi hanno guarito"

Rodrigo Duterte ha fatto l'assurda dichiarazione in un discorso alla comunità filippina di Tokyo.

Rodrigo Duterte

Rodrigo Duterte

globalist 4 giugno 2019

Che il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte fosse a dir poco controverso non era un mistero, e le sue ultime dichiarazioni non hanno fatto altro che confermare l'impressione generale: Duterte infatti, durante un discorso alla comunità filippina di Tokyo, ha accusato il suo avversario politico, il senatore Antonio Trillanes IV, di essere gay e di riuscire a capirlo perché anche lui, in passato, è stato "un po' gay". 
"Sono ritornato a essere un uomo grazie alle belle donne che mi hanno guarito", ha continuato Dutarte, che poi ha anche aggiunto: "Ho odiato gli uomini belli. Ora preferisco le belle donne".


Il periodo cui Duterte fa riferimento è quello tra la separazione dalla sua ex moglie, Elizabeth Zimmerman, e la sua attuale compagna Cielito Avanceña. 
Le posizioni di Duterte sui diritti per le persone Lgbt è sempre stata ambigua: se nel 2016 aveva dichiarato che la comunità gay sarebbe stata riconosciuta come parte importante nella società, più tardi definì l'ambasciatore americano nel suo paese come un 'gay figlio di puttana' e si è dichiarato contrario ai matrimoni omosessuali.