Uno spettacolo grandioso: tornano gli elefanti di Annibale che attraversano le Alpi

L’evento che ispira lo show è il noto episodio della Seconda Guerra Punica, risalente al lontano anno 218 a.C: Annibale, condottiero cartaginese, attraversò le montagne con un esercito di 60mila uomini e 37 elefanti da guerra

Hannibal

Hannibal

globalist 8 aprile 2019
L’evento si propone come un singolare musical dai 3000 metri di quota del ghiacciaio del Rettenbach che domina Sölden, la bella località sciistica dell’Ötztal, in Austria. Il palcoscenico è offerto dalla spettacolare corona di piste di alta montagna su cui annualmente si svolgono le gare di Coppa del Mondo di sci: Hannibal, nell’esecuzione del cast di “Lawine Torrèn”, diretto dal regista salisburghese Hubert Lepka, è l’originale e suggestivo show che venerdì 12 aprilemette in scena la traversata di Annibale attraverso le Alpi, alla testa del suo esercito di Cartaginesi, accompagnato da una colonna di elefanti da combattimento. La coreografia non prevede, naturalmente, la presenza di animali, ma di gigantesche macchine battipista e l’ausilio di numerosi mezzi tecnologici,effetti speciali e giochi di luci, in uno spettacolo di grandissimo impatto e ad alto tasso di adrenalina.


L’evento che ispira lo show è il noto episodio della Seconda Guerra Punica, risalente al lontano anno 218 a.C: Annibale, condottiero cartaginese, attraversò le montagne con un esercito di 60mila uomini e 37 elefanti da guerra, diretto a Roma. La marcia durò dieci durissimi giorni, tra intemperie e bufere, fino a che l’armata non raggiunse il territorio italiano. Annibale non riuscì mai però a raggiungere Roma e i Cartaginesi furono definitivamente sconfitti a Zama da Scipione l’Africano: i Romani conservarono così il controllo del Mar Mediterraneo.
Per rappresentare il drammatico viaggio del condottiero cartaginese, Hannibal si avvale di grandi mezzi tecnologici, che supportano una coreografia forte ed emozionante: vengono adoperati gigantesche macchine battipista, aerei, elicotteri, moto da cross, motoslitte, paracadutisti, sciatori e ballerini. Coronano lo scenario i fuochi d’artificio, le musiche moderne e suggestivi giochi di luci. Uno spettacolo mozzafiato lungo i crinali del ghiacciaio mette in scena una rappresentazione a metà strada tra una battaglia e una danza, interpretata da questi insoliti e poderosi mezzi. L’epilogo si svolge davanti alla platea centrale, con un finale che prevede la distruzione parziale di un grande palco di neve e ghiaccio alto 20 metri.
L’edizione 2019, la quattordicesima, presenta varie novità, tra cui le nuove tribune per gli spettatori e una rivisitazione parziale delle scenografie, nelle quali sono inseriti nuovi effetti tecnologici e coreografici. Fanno parte del cast alcuni atleti di fama internazionale, impegnati insieme agli attori e ai ballerini professionisti a dare vita a uno spettacolo grandioso, esaltato anche dal maestoso scenario dei ghiacci perenni della vallata dell’Oetztal, una delle mete sciistiche più attrezzate e apprezzate dagli sportivi di tutto il mondo.





Informazioni e biglietti sul sito: www.hannibal.soelden.com