Via della seta, Germania irritata: "Credono di aver fatto i furbi con i cinesi ma attenzione"

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha criticato gli accordi commerciali tra Italia e Cina perché fuori da un ambito Ue

Xi Jinping e Giuseppe Conte

Xi Jinping e Giuseppe Conte

globalist 25 marzo 2019
Giggino e gli altri sprovveduti al governo hanno voluto fare i primi della classe o i furbetti. Ma la loro forzatura contribuisce all’ulteriore isolamento dell’Italia e le conseguenze saranno pagate dagli italiani, perché sicuramente gli alleati al momento opportuno si ricorderanno delle forzature degli incompetenti.
Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha criticato gli accordi commerciali tra Italia e Cina perché fuori da un ambito Ue: "Con giganti come Cina, Russia e i nostri partner Usa ce la si può fare solo uniti come Ue. Se qualche Paese crede di poter fare con i cinesi affari più furbi, potrebbe svegliarsi in una condizione di subordinazione. Offerte vantaggiose sul breve periodo potrebbero lasciare l'amaro in bocca più velocemente di quanto si immagini", ha dichiarato il ministro rispondendo ad una domanda sugli accordi Italia-Cina in un'intervista alla Welt Am Sonntag.
"Inoltre, non dobbiamo scambiare l'attuale governo italiano con il Paese. Abbiamo ascoltato troppo poco gli italiani durante la crisi dei migranti. Dublino per loro non ha funzionato. Gli italiani si sono sentiti lasciati soli. In questo ci dobbiamo domandare, facendo autocritica, quanto questo ha promosso la tendenza antieuropeista", ha aggiunto il ministro degli Esteri tedesco.