Le lacrime di Naila, ufficiale della polizia in Nuova Zelanda: "Orgogliosa musulmana"

Naila Hassan ha parlato ad una veglia per e vittime dell'attacco terroristico di Christchurch. "Siamo con voi e faremo tutto il possibile"

Naila Hassan ufficiale di polizia in Nuova Zelanda

Naila Hassan ufficiale di polizia in Nuova Zelanda

globalist 17 marzo 2019
Un paese che non ha mai avuto grandi problemi di convivenza. E ha scelto un simbolo dell’integrazione per lanciare un messaggio a tutti i neozelandesi: lei si chiama Naila Hassan ed è l’ufficiale di polizia musulmano più anziano della Nuova Zelanda
Naila è scoppiata in lacrime mentre si rivolgeva a una veglia per le vittime dell'attacco terroristico di Christchurch.
Molto emozionata Naila ha detto "Sono un' orgogliosa musulmana e sono un capo della polizia della Nuova Zelanda e provo orrore per gli eventi di Christchurch".
"So che questo è un momento molto, molto doloroso per la nostra comunità musulmana in particolare, ma per tutti nelle nostre comunità", ha detto.
"Vogliamo rassicurare tutti, dicendo che stiamo facendo tutto il possibile per garantire che le vittime di questo attacco devastante vengano trattate con il massimo rispetto.
"Voglio che la nostra comunità musulmana in particolare sappia, e che la gente di Christchurch sappia, che noi stiamo con voi e condividiamo tutti il ​​vostro dolore".
"Noi, la polizia della Nuova Zelanda, faremo tutto il possibile per sostenere la nostra  comunità e in particolare le nostre comunità musulmane", ha affermato.
Ha concluso dicendo "inshallah", l’espressione in arabo che significa "Se Dio vuole".