Missione Sophia, l'abbandono della Germania è il risultato dell'arroganza italiana

Lo afferma Marina Berlinghieri, Pd, vice-presidente della Commissione Politiche Ue della Camera: "per fare propaganda il Governo sta distruggendo la nostra politica estera"

La missione Sophia

La missione Sophia

globalist 22 gennaio 2019
L'annuncio di Berlino dell'abbandono della missione Sophia, operazione militare europea di contrasto al traffico degli esseri umani, è "la conferma che quella europea dell'Italia è una strategia di puro autolesionismo". Lo dichiara Marina Berlinghieri, Pd, vice-presidente della Commissione Politiche Ue dalla Camera.
"La decisione tedesca - continua - dimostrerebbe che il punto è sempre lo stesso: la modalità adottate da Lega e 5 Stelle per motivi di pura propaganda ci stanno pericolosamente isolando su tutti i fronti e, soprattutto, allontanando dai Paesi con cui abbiamo sempre fatto asse per la soluzione dei problemi". "Per qualche voto in più in campagna elettorale i partiti del governo stanno demolendo i pilastri su cui si è basata per decenni la politica estera italiana. E con essi i benefici di cui i cittadini italiani hanno potuto godere. Da oggi l'azione di contrasto ai trafficanti di uomini perde un tassello fondamentale", conclude.