Gli estremisti di destra di Vox appoggeranno il governo conservatore in Andalusia

Partido Popular e Ciudadanos hanno voluto allearsi ai reazionari per scalzare dopo 36 di governo regionale i socialisti

Javier Ortega Smith

Javier Ortega Smith

globalist 9 gennaio 2019

Il piccolo partito di estrema destra spagnolo Vox, che ha fatto scalpore in Spagna vincendo 12 seggi alle elezioni regionali dell'Andalusia a dicembre, ha annunciato che appoggerà la formazione di un governo conservatore nella regione del Sud della Spagna. Il Partito popolare (Pp), conservatore, e il centrodestra di Ciudadanos insieme hanno 47 seggi sui 109 dell'assemblea regionale andalusa dopo le elezioni del 2 dicembre e hanno ottenuto l'appoggio di Vox per creare un governo di coalizione e scalzare dal potere il partito socialista dopo 36 anni. "Abbiamo raggiunto un accordo con il PP" ha detto il segretario di Vox Javier Ortega Smith ai giornalisti a Siviglia. "siamo molto felici.... Oggi le leggi oppressive, l'immigrazione illegale, la corruzione hanno perso" ha aggiunto. L'assemblea regionale dovrebbe votare per il nuovo governo il 16 gennaio.
Con la performance di Vox in Andalusia, un partito di estrema destra è entrato in un'assemblea regionale per la prima volta dal ritorno alla democrazia in Spagna a seguito della morte del dittatore Francisco Franco nel 1975. Il partito fondato nel 2013 da un ex esponente Pp, Santiago Abascal, ha trovato slancio grazie alla dura opposizione alla gestione della crisi per l'indipendenza catalana e degli arrivi di migranti da parte del premier socialista Pedro Sanchez.


Il partito vuole la fine dei governi regionali per risparmiare, difendere l'unità nazionale e mettere fuori legge i partiti separatisti. Vox vuole anche che gli aborti non siano più a carico del servizio sanitario nazionale.