I socialisti europei scrivono a Corbyn: fai di tutto per fermare la Brexit

I 69 firmatari: di fronte al pericolo di un "fascismo risorgente in Europa abbiamo bisogno di voi nell'Unione europea, perché potete diventare un catalizzatore per un'Europa diversa

No alla Brexit

No alla Brexit

globalist 10 dicembre 2018

Nonostante la propaganda fascio-isolazionista del 'Leave', ora molti britannici hanno capito che la Brexit sarebbe una catastrofe e, soprattutto, in un Europa assediata da Trump e Putin, i rischi sarebbero quelli della marginalità internazionale e del ritorno ai nazionalismi esasperati che tanti guasti hanno fatto.


L'appello


"Fare tutto il possibile per fermare la Brexit" e guidare i socialisti "per un cambiamento progressista in Europa".
E' quanto chiedono in una lettera aperta un gruppo di 69 personalità socialiste di vari Paesi, in grande maggioranza europei, al leader del partito laburista britannico Jeremy Corbyn.
Primi firmatari della missiva, pubblicata sul Guardian, sono George Papandreou, presidente dell'Internazionale socialista e Udo Bullman, capogruppo al Parlamento europeo.
Di fronte al pericolo di un "fascismo risorgente in Europa", scrivono i 69, "abbiamo bisogno di voi nell'Unione europea, perché potete diventare un catalizzatore per un'Europa diversa, fornendo uno slancio nuovo e necessario per un vero cambiamento progressista". "Abbiamo bisogno gli uni degli altri - prosegue la lettera -, proprio come avevamo bisogno l'uno dell'altro all'inizio dell'Unione europea, per affrontare le sfide più urgenti che l'umanita' possa affrontare: evitare la guerra, favorire l'uguaglianza, cooperare di fronte alle minacce per il pianeta".