Top

Qui giace Misael Paiz morto nel deserto dell'Arizona dopo aver camminato per 3.200 chilometri

Aveva 25 anni ed era partito dal Guatemala: insieme con lo zio era entrato dal Messico ma i due si erano persi nella sonora. Non ha retto agli stenti e alla fatica ed ha avuto un collasso mortale.

La tomba di Misael Paiz, migrante del Guatemala morto in Arizona
La tomba di Misael Paiz, migrante del Guatemala morto in Arizona

globalist

18 Novembre 2018 - 18.38


Preroll

Era partito inseguendo il sogno americano ed è tornato indietro in una bara. Si chiamava Misael Paiz, aveva 25 anni ed insieme allo zio e ad altri migranti del centro-america era risalito a nord lungo il Messico, in un lunghissimo viaggio di oltre 3.200 chilometri.
Poi aveva attraversato illegalmente il confine in Arizona, ma si era perso nel deserto della Sonora.
Lo zio aveva chiesto aiuto chiamando il numero di emergenza 911, ma nel frattempo Misael era morto, stremato da fatica e stenti. I soccorritori hanno dovuto cercare a lungo prima di trovare il punto esatto dal quale era partita la disperata richiesta di aiuto.
Quella è una zona molto pericolosa e nel solo 2017 i morti sono stati 294. I dati del 2018 non sono ancora disponibili, ma le stime ufficiose parlano di un aumento del numero di morti.
Ovviamente senza considerare tutti coloro che muoiono in quelle aree desertiche e isolate senza che nessuno mai lo possa sapere.
Non raramente nel deserto della Sonora si trova qualche scheletro, o brandelli di vestiti o altro che dimostrano il passaggio di persone.
Misael Paiz era partito da Aguacate, un villaggio di 1500 abitanti in Guatemala. Una nazione dalla quale nel 2018 si calcola siano partite 157 mila persone con l’obiettivo di raggiungere gli Stati Uniti.
Misael non era né un criminale né un terrorista. Era solo un disperato in cerca di futuro. E’ tornato in una bara. Tutto il paese lo ha pianto. Ma la sua morte non ha cambiato nulla.
Chi può tenta miglior vita negli Stati Uniti. Anche se la strada verso la ‘migliore vita’ è segnata dalla ‘migliore vita’ cristiana che è la morte.

OutStream Desktop
Top right Mobile

 

Middle placement Mobile

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile