Top

Passeggera aggredisce l'autista e il bus finisce nel fiume: 13 morti e due dipersi

E' successo nella municipalità sud occidentale cinese di Chongqing. Alla base della violenta rissa il mancato stop del mezzo alla fermata della donna che era stata soppressa a causa di lavori in corso

Una passeggera aggredisce l'autista e il bus finisce nel fiume: 13 morti e due dipersi in Cina
Una passeggera aggredisce l'autista e il bus finisce nel fiume: 13 morti e due dipersi in Cina

globalist

2 Novembre 2018 - 10.33


Preroll

Tragedia in Cina dove un autobus si è scontrato con un’auto finendo con il rompere il guardrail e precipitare da un ponte nel fiume Yangtze, a Chongqing. Il bilancio è di 13 morti e due dispersi. A causare l’incidente è stato un violento litigio tra l’autista del mezzo e una passeggera per il mancato stop dell’autobus alla fermata della donna.
E’ successo domenica scorsa nella municipalità sud occidentale cinese di Chongqing. Grazie alle telecamere a bordo, la polizia è riuscita a ricostruire l’incredibile dinamica dell’incidente, nato dalle proteste di Liu, una donna di 48 anni, irritata perché la sua fermata era stata soppressa a causa di lavori stradali.
Di fronte al rifiuto di fermarsi dell’autista, il 42enne Ram, è nato un litigio presto degenerato in una vera e propria rissa, con la donna che ha colpito l’autista sulla testa con il suo cellulare. Nella confusione, l’autista ha sollevato la mano destra dal volante, facendo sterzare violentemente l’autobus a sinistra. Ormai fuori controllo, il mezzo è passato sulla corsia opposta ed è precipitato nel fiume dopo aver urtato una macchina.
Le ricerche hanno permesso di ritrovare 13 corpi, mentre altri due sarebbero dispersi. La polizia è certa che non ci siano superstiti. Le attività di soccorso hanno permesso di recuperare il relitto dell’autobus nella notte di mercoledì.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage