Giornalista bulgara stuprata e uccisa: arrestata una persona

Sarebbe un cittadino romeno con passaporto della Moldavia. Il corpo di Viktoria Marinova era stato ritrovato domenica in un parco di Ruse, nel nord del Paese. Aperta un'inchiesta sui fondi Ue e gli abusi denunciati dalla cronista

Viktoria Marinova

Viktoria Marinova

globalist 9 ottobre 2018

Un uomo è stato arrestato in Bulgaria nell'ambito dell'indagine sullo stupro e l'omicidio della giornalista 30enne Viktoria Marinova che nell'ultimo periodo stava lavorando su una presunta corruzione legata ai fondi dell'Ue. Un delitto che ha scioccato il Paese e attirato condanne a livello internazionale.
Il brutale omicidio è stato scoperto domenica, dopo il ritrovamento del corpo della reporter in un parco di Ruse, nel nord del Paese: la giovane giornalista è stata stuprata e poi colpita alla testa e soffocata.
Viktoria Marinova presentava un talk di attualità intitolato 'Detector' nella tv locale TVN e lavorava su accuse di corruzione a carico di uomini d'affari e politici. Si tratta della terza giornalista uccisa in Europa negli ultimi 12 mesi, dopo Jan Kuciak in Slovacchia a febbraio e Daphne Caruana Galizia a Malta a ottobre 2017.
La notizia dell'arresto è stata data dal ministro dell'Interno bulgaro Mladen Marinov: "Un sospettato è stato portato nel commissariato di Ruse", città settentrionale dove lavorava la giornalista dell'emittente regionale Tvn.
Secondo alcune fonti l'uomo arrestato sarebbe un cittadino romeno con un passaporto della Moldavia anche se al momento non c'è ancora una conferma ufficiale.
Nel frattempo la procura di Sofia ha aperto un'indagine sui fondi Ue di cui si era occupata Viktoria Marinova. L'inchiesta riguarda presunti abusi nell'utilizzo dei fondi europei e ha già bloccato un trasferimento bancario di circa 14 milioni di euro in base alla Legge per le misure contro il riciclaggio di denaro. Lo ha annunciato il procuratore generale della repubblica, Sotir Tsatsarov, precisando che si tratta di un'operazione bancaria da parte della compagnia edilizia bulgara 'Gp Group'.
La denuncia contro la compagnia è partita a seguito di un servizio giornalistico del sito internet 'Bivol' e su segnalazione del vicepremier Tomislav Doncev. Nella sua ultima trasmissione il mese scorso Marinova aveva intervistato due giornalisti, il bulgaro Dimitar Stoyanov del sito internet 'Bivol' e il romeno Attila Biro della Rise Project Romania, che svolgevano indagini giornalistiche per corruzione e abusi sui fondi Ue da parte della 'Gp Group'.