La Bulgaria piange la morte di Victoria Marinova, il premier: "abbiamo il Dna del killer"

"Un atto atroce e brutale, ma siamo vicini a prendere il colpevole": la Bulgaria si mobilita per fare giustizia alla giornalista stuprata e uccisa

Victoria Marinova

Victoria Marinova

globalist 8 ottobre 2018

L'omicidio della giornalista Victoria Marinova ha profondamente scosso la Bulgaria, di cui la Marinova era il volto televisivo. Ha particolarmente indignato il modo in cui la giornalista, nota per le sue inchieste, è stata assassinata: dopo essere stata picchiata e violentata, Victoria è stata colpita con un tubo alla testa fino alla morte. 


"Si tratta di un crimine atroce" ha detto Sotir Tsatsarov, procuratore generale della repubblica, "Non escludiamo nessuna ipotesi, stiamo lavorando a 360 gradi, dal possibile atto casuale da parte di un maniaco sessuale alla possibilita' di un omicidio premeditato per motivi personali". 


Il premier Bokyo Borissov, intervenuto in prima persona sul caso, ha affermato che la cattura del responsabile è questione di ore: "gli inquirenti dispongono di tracce del suo Dna"