Due kamikaze contro una moschea sciita: 22 morti e 40 feriti

Il duplice attacco suicida durante l'ora della preghiera collettiva del venerdì a Gardez, nell'Afghanistan orientale. Secondo la polizia il bilancio è destinato ad aggravarsi

Afghanistan, due kamikaze contro una moschea sciita: 22 morti e 40 feriti

Afghanistan, due kamikaze contro una moschea sciita: 22 morti e 40 feriti

globalist 3 agosto 2018

Due kamikaze si sono fatti esplodere in una moschea sciita a Gardez, nell'Afghanistan orientale, uccidendo 22 persone e ferendone 40. Questo il bilancio, ancora provvisorio, del duplice attacco suicida durante l'ora della preghiera collettiva del venerdì.
La notizia del duplice attentato è stata data dalle autorità locali che temono che "il bilancio possa diventare più pesante". "Abbiamo appreso - ha detto Wilayat Khan Ahmadzai, capo dei servizi sanitari nella provincia di Paktiadi - di più di 70 fedeli, tra morti e feriti, nell'Ospedale civile di Gardez, il bilancio è destinato ad aumentare".
"L'esplosione - ha detto il capo della polizia provinciale, il generale Raz Mohammad Mandozai - è avvenuta al momento della preghiera: c'erano due attentatori suicidi che hanno aperto il fuoco sulla folla all'interno della moschea sciita, prima di attivare la loro cinture esposive".
L'attentato di oggi è l'ultimo di una serie di attacchi compiuti contro gli sciiti in Afghanistan. Finora non c'è stata nessuna rivendicazione ma si sospetta che l'attacco possa essere stato organizzato e compiuto dal gruppo affiliato allo Stato islamico in Afghanistan.