Ahed Tamini è libera: dopo otto mesi esce dal carcere la ragazza simbolo della lotta contro Israele

Aveva schiaffeggiato due soldati israeliani ed era stata condannata a otto mesi di prigione. Le sue prime parole: la resistenza continuerà

Ahed Tamini

Ahed Tamini

globalist 29 luglio 2018

Come era stato annunciato Ahed Tamini, attivista palestinese 17enne diventata simbolo della lotta contro l'occupazione israeliana, è tornata libera stamattina, come riferisce l'agenzia di stampa palestinese Maan. 


Ahed è stata incarcerata per otto mesi per aver schiaffeggiato, lo scorso dicembre, due militari israeliani impegnati nel villaggio cisgiordano di Nebi Saleh. Ahed e la madre Nariman hanno raggiunto il loro villaggio di Nebi Saleh, presso Ramallah (Cisgiordania). Lo indica l'agenzia di stampa palestinese Wafa. Accanto alla loro abitazione si sono intanto raccolti numerosi mezzi stampa.


La resistenza continuerà


''Dalla casa di questo martire io dico: la resistenza continuerà finchè la occupazione sarà stata rimossa'': lo ha detto alla stampa, davanti all'abitazione di una vittima delle forze israeliane, la attivista Ahed Tamimi al suo ritorno nel villaggio cisgiordano di Nebi Salah dopo otto mesi di detenzione in Israele. ''Tutte le prigioniere in carcere sono forti, e ringrazio tutti quanti mi hanno sostenuto mentre io stessa ero incarcerata''.