California, continua l'emergenza incendi: un morto e centinaia di evacuati

Case bruciate e gente in fuga. Ci sono diversi ustionati, sia tra i civili che tra i vigili del fuoco impegnati per spegnere i roghi

California, continua l'emergenza incendi: un morto e centinaia di evacuati

California, continua l'emergenza incendi: un morto e centinaia di evacuati

globalist 27 luglio 2018

Una persona è morta e altre sono rimaste ustionate per uno dei devastanti incendi che dall'inizio della settimana stanno colpendo il nord della California. Le fiamme, che si sono intensificate nella notte, sono divampate a nordest di Redding, capoluogo della Contea di Shasta, e hanno bruciato un'area boschiva di oltre 100 chilometri quadrati.
La vittima è il conducente di un bulldozer che stava tentando di arginare il rogo. Il suo corpo è stato trovato nelle prime ore della mattina. Il comandante dei Vigili del fuoco del posto, Brett Gouvea, ha precisato che vi sono diversi ustionati, sia tra i civili che tra gli stessi pompieri.
"L'incendio si sta muovendo così velocemente - ha detto il portavoce del dipartimento forestale della protezione antincendio californiana - che le forze dell'ordine stanno facendo evacuazioni il più velocemente possibile".
E sono già centinaia le persone fuggite o evacuate dalle loro case. Problemi anche in ospedale dove almeno cinque neonati sono stati evacuati dall'unità di terapia intensiva del Mercy medical center e trasportati, alcuni in aereo e altri in ambulanza, a Sacramento.
Alcuni operatori sanitari hanno lasciato l'ospedale per aiutare i propri familiari ad abbandonare le case prima che bruciassero, poi sono tornati a prendersi cura dei pazienti rimasti. L'incendio ha distrutto decine di abitazioni a Shasta, Keswick e ad ovest di Redding, secondo alcuni anche a causa di un ordine di evacuazione giunto troppo tardi.