I lager nel deserto dove Trump rinchiude i bambini strappati ai genitori migranti

La scelta dello xenofobo miliardario di separare i figli da padri e madri è di una disumanità senza precedenti

Il centro di detenzione nel Texas

Il centro di detenzione nel Texas

globalist 19 giugno 2018

Tantissimi sono rimasti traumatizzati sentendo i singhiozzi disperati di 10 bambini centroamericani, separati dai loro genitori la settimana scorsa dalle autorità che si occupano di immigrazione al confine fra Usa e Messico.
Un audio in cui si sentono molti piangere e dire "Mami" e "Papá". Il trauma di un bambino piccolo di essere tolto dai genitori.
Eppure quella parte di america reazionaria che appoggia Trump ha definito le tendopoli "campi estivi".
Queste sono le immagini. Proviamo pena per chi mostra così tanta disumanità.