Top

Taxi e champagne: la generosa campagna presidenziale di Marine Le Pen del 2017

Le Parisien ha consultato i conti della leader del Front national: 873.576 euro di spese non giustificate dalla commissione per le spese elettorali

Marine Le Pen
Marine Le Pen

globalist

25 Maggio 2018 - 15.30


Preroll

Arrivano i conti della campagna presidenziale di Marine Le Pen dello scorso anno. Una campagna elettorale generosa e non così lontana dal ‘sistema’ stando alle cifre pubblicate dal quotidiano Le Parisien. Si va dai 79.000 euro di taxi per spostarsi da un punto all’altro di Parigi, fino alle 240 bottiglie di champagne per la modica cifra di 5.155 euro ordinate in occasione del suo ultimo comizio a Ennemain.
Dopo i rilievi sui conti elettorali di Emmanuel Macron (En Marche), Jean-Luc Mélenchon (La France Insoumise) e Francois Fillon (Républicains), il Front National sembra non essere da meno.
Lo scorso febbraio la commissione nazionale per le spese elettorali (Cnccfpp) ha ufficialmente approvato i conti elettorali del partito lepenista, rifiutando tuttavia di rimborsare 873.576 euro di spese a suo avviso non giustificate, la rettifica più importante tra tutti i candidati.
Il quotidiano Le Parisien, che ha studiato i fascicoli, parla di un immenso esborso salariale per l’equipe presidenziale del Fn, come anche le spese per sondaggi e comunicazione. Anche la rosa blu, che è servita a Marine Le Pen come logo presidenziale, è stata oggetto di una consulenza fatturata 50.000 euro da un’agenzia basata in Svizzera. Ma alla fine l’agenzia non ha accettato i termini del contratto e Le Pen – che ha sempre detto di aver ideato tutto da sé – si è rivolta a un grafico indipendente che le è costato la metà.
Per i sondaggi sarebbero stati invece spesi 189.814 euro contro i 230.000 dello sfidante poi eletto all’Eliseo Macron. Oltre 2,4 milioni di euro, equivalenti al 20% delle spese totali, sono stati invece consacrati agli stipendi dei collaboratori della leader frontista. Jean-Lin Lacapelle, responsabile della mobilitazione militante, ha percepito 7.950 euro netti al mese e l’alto funzionario Jean Messiha, consigliere speciale della candidata, 12.700.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile