Vincent Bolloré fermato per tangenti: indagato per corruzione

Secondo Le Monde il numero uno di Vivendi avrebbe corrotto funzionari stranieri per ottenere delle concessioni portuali in Africa

Vincent Bolloré

Vincent Bolloré

globalist 24 aprile 2018

Il finanziere francese Vincent Bolloré è in stato di fermo per la corruzione di funzionari pubblici stranieri in una vicenda legata a concessioni portuali ottenute in Africa.
Lo riporta Le Monde nella sua versione online aggiungendo che Bolloré si trova nei locali della polizia giudiziaria di Nanterre per essere interrogato.
Il numero uno di Vivendi è sospettato di avere corrotto dei funzionari stranieri per ottenere le concessioni di due porti in Togo e in Guinea (il gruppo Bolloré ha in Africa uno dei centri-chiave del suo business).