Top

Studenti rapiti nel Messico: torturati, uccisi e sciolti nell'acido

I tre sono stati assassinati dai membri del Cartel Jalisco Nueva Generacion. Guillermo Del Toro e Alfonso Cuaron, i registi messicani vincitori dell'Oscar si erano mobilitati per loro

Manifestazione per gli studenti uccisi nel Messico
Manifestazione per gli studenti uccisi nel Messico

globalist

24 Aprile 2018 - 15.57


Preroll

Un paese violento nel quale chi è scomodo muore fin troppo facilmente: iI tre studenti di cinema spariti lo scorso 19 marzo nello stato messicano di Jalisco – al centro della costa pacifica del paese – sono stati uccisi dai membri del Cartel Jalisco Nueva Generacion che hanno successivamente sciolto i loro cadaveri nell’acido.
Lo ha reso noto il Procuratore di Jalisco, Raul Sanchez, informando dell’arresto di due persone che avrebbero partecipato al sequestro e all’uccisione dei tre studenti, a favore dei quali si erano mobilitati anche Guillermo Del Toro e Alfonso Cuaron, i registi messicani vincitori dell’Oscar.
Sanchez ha spiegato che in base alle dichiarazioni dei due detenuti è stato possibile stabilire il luogo dove sono stati portati gli studenti dopo il loro rapimento, quello in cui sono stati torturati ed interrogati ed infine quello in cui sono stati eliminati i loro corpi.
Lizete Torres, responsabile dell’inchiesta, ha precisato che si stanno ancora analizzando i resti umani ritrovati dalla polizia per ottenere una identificazione piena, ma «gli indizi che abbiamo trovato, a conferma delle dichiarazioni dei detenuti, ci fanno dedurre per logica» che si tratta dei cadaveri dei tre studenti.
Resta ancora da stabilire perché i tre sono stati uccisi. Una delle ipotesi al vaglio degli inquirenti è che la casa dove stavano girando un film per la loro scuola è stata in passato un rifugio del Cartel Nueva Plaza, una banda rivale del Cartel Jalisco Nueva Generacion.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile