Si è costituito l'aggressore del ragazzo con la kippah: è un profugo siriano

Con una cintura aveva colpito una persona solo perché pensava fosse ebreo. La vittima era un atabo-israeliano che voleva capire come fosse alto l'antisemitismo

Un frammento del video

Un frammento del video

globalist 19 aprile 2018

Una brutta storia che ripropone il problema della tolleranza e dell’integrazione: si è costituito alla polizia di Berlino l'aggressore che con la cintura aveva assalito un uomo che indossava la kippah, il copricapo ebraico, due giorni fa alla fermata dell'autobus.

Si tratta di un ragazzo di 19 anni siriano.
La vittima aveva ripreso con il telefono l'aggressione e poi aveva postato su internet il video. Il ragazzo aggredito nella serata di ieri aveva dichiarato di essere un arabo israeliano e di aver indossato la kippah come esperimento per testare la sicurezza degli ebrei per le strade della capitale tedesca.