Vogliono chiamare il figlio Jihad: un giudice francese lo vieta

Secondo il tribunale "il nome potrebbe avere delle conseguenze negative sulla vita del bambino"

Vogliono chiamare il bimbo Jihad: un giudice francese lo vieta

Vogliono chiamare il bimbo Jihad: un giudice francese lo vieta

globalist 17 aprile 2018

Negli ultimi anni il termine jihad è diventato esclusivamente sinonimo di "terrorismo" e "attentato". Il vero significato della parola però ha a che fare con lo "sforzo" e con la "lotta per raggiungere i propri obiettivi". E' così che una coppia francese voleva dare al proprio bambino un nome da "guerriero" e ha scelto proprio Jihad. Ma per il giudice del tribunale di Tolosa non si può fare perché "il nome potrebbe avere delle conseguenze negative sulla vita del bambino". Lo chiameranno Jahid. Secondo la legge francese i genitori possono scegliere per i loro figli il nome che preferiscono con la condizione però che "non arrechi danno al bambino". Anche se di per sé la parola jihad non ha un significato negativo le autorità hanno deciso di vietare questo nome. Secondo quanto riporta il quotidiano Local.fr, ora la mamma e il papà del bambino di Tolosa dovranno cambiare il certificato di nascita e sostituire Jihad con Jahid.