Il Telegraph: Italia? Sulla Siria siete l'anello debole d'Occidente

Il giornale filo conservatore britannico ci maltratta e non poco. Scrive, tra l'altro, "Il Paese è solido alleato di Usa e Gran Bretagna" ma non sta mettendo in campo alcune azioni a difesa della Siria

La bandiera inglese

La bandiera inglese

globalist 13 aprile 2018

Un commento forte e fortemente polemico nei confronti del nostro Paese da parte del giornale filo-conservatore ed euroscettico britannico Daily Telegraph in una corrispondenza da Roma. Scrive: "L'Italia sta emergendo come l'anello debole dell'Occidente" in vista dei piani di attacco militare sulla Siria concepiti in questi giorni dagli Usa con il sostegno di Francia e Regno Unito.


Il Telegraph evidenzia come il premier uscente Paolo Gentiloni si sia limitato a offrire "supporto logistico" in caso di raid - l'ipotesi è che si tratti della messa a disposizione delle basi di Sigonella e Aviano - ma chiarendo che "l'Italia non parteciperà ad azioni militari in Siria". La Penisola, nota il giornale, "è un solido alleato di Gran Bretagna e Usa", aggiungendo tuttavia che tra gli italiani c'è ben "poca voglia" di essere coinvolti in Siria. Tanto più, aggiunge, che "i due partiti più popolari" emersi dalle ultime elezioni, M5S e Lega, "simpatizzano in vario grado per la Russia e Vladimir Putin".