Top

Basta armi: anche Paul McCartney in piazza nel nome di John Lennon

Da Filadelfia a Washington, a Berlino e Londra a Milano e Roma, fino a Sydney: centinaia di migliaia contro le stragi degli innocenti

Paul McCartney alla marcia contro le armi
Paul McCartney alla marcia contro le armi

globalist

24 Marzo 2018 - 23.30


Preroll

Basta stragi, basta morti, basta politica al servizio delle lobby delle armi. Da Filadelfia a Washington, a Berlino e Londra a Milano e Roma, fino a Sydney: da tutto il mondo centinaia di migliaia di persone si sono mobilitate per sfilare per dire no alle armi (March our lives). 

Dopo le stragi in Usa, causate da una deregolamentazione sostenuta dalla lobby delle armi, il mondo si unisce in un grido di solidarietà.

C’è anche Paul McCartney fra i molti volti noti e personalità dello spettacolo che appoggiano la mobilitazione. L’ex Beatle ha preso parte al corteo di New York: “Uno dei miei migliori amici è stato ucciso da un’arma proprio qui vicino, per me è importante”, ha detto McCartney, ricordando John Lennon assassinato a New York nel 1980.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage