Si è fatto saltare in aria l'Unabomber di Austin: era un 23enne di buona famiglia

Le sei bombe hanno ucciso due persone e ferito almeno altre quattro. Il capo della polizia: sicuro che sia lui

La polizia texana impegnata nella caccia all'Unabomber di Austin

La polizia texana impegnata nella caccia all'Unabomber di Austin

globalist 21 marzo 2018

Si chiamava Mark A. Conditt e aveva 23 anni. Il sospetto 'serial bomber' del sobborgo di Pflugerville a Austin si è fatto esplodere per sfuggire alla cattura. Le autorità texane stanno cercando di ricostruire il profilo e le motivazioni, di questo giovane, sospettato di aver inviato i pacchi bomba che nelle scorse settimane hanno provocato due morti e quattro feriti nella capitale del Texas.


Un giornale locale di Austin riporta alcune interviste ai vicini che descrivono Conditt, che da piccolo giocava con i loro figli, come un ragazzo tranquillo con una bella famiglia. Il giovane non era però andato a scuola, ma i genitori avevano scelto l'home-schooling fino al conseguimento del diploma superiore nel 2013, come si legge sulla sua pagina Facebook della madre che seguiva anche l'istruzione a casa degli altri 3 fratelli.


Dopo il diploma al community college, Conditt aveva iniziato a lavorare per una ditta di semiconduttori ad Austin. Dallo scorso anno vive va in una casa, sempre a Pflugerville, acquistata e ristrutturata con il padre.


Le indagini
Una tv locale ha riferito che gli investigatori hanno identificato il sospetto visionando le registrazioni di una serie di telecamere di sicurezza che hanno colto i momenti in cui, domenica scorsa, un uomo lasciava due pacchi in un punto di raccolta del corriere FedEx ad Austin. Uno di quei pacchi era poi esploso martedì sera presso la filiale FedEx nella piccola città di Schertz, vicino a San Antonio.
Dopo l'esplosione del pacchetto a Schertz, un altro scoppio è stata segnalato nei pressi di Austin - questa volta in un negozio di oggetti di seconda mano, i cui introiti sono devoluti in beneficenza -. Nel frattempo, nella struttura di FedEx che si trova vicino all'aeroporto di Austin, è stato scoperto un altro pacco contenente un ordigno esplosivo, poi neutralizzato da artificieri dell'Fbi.
Dall'inizio di marzo ci sono state sei esplosioni. Le prime hanno ucciso due persone e ferite altre due gravemente.