Top

Una sopravvissuta di Parkland inchioda Trump: la lobby delle armi ti ha dato 30 milioni

Emma, diciassette anni, accusa il presidente e i congresman foraggiati dalla potente lobby delle armi di minimizzare l'accaduto per non creare problemi ai loro finanziatori

Proteste dopo la strage di Parkland
Proteste dopo la strage di Parkland

globalist

18 Febbraio 2018 - 11.53


Preroll

Non è il solito politico in cerca di attenzioni mediatiche, ma una persona che ha visto la morte passarle accanto, per mano di un suo coetaneo cui le leggi permissive hanno consentito di comprare un fucile d’assalto ed usarlo per uccider tanti ragazzi, sino allo scorso anno suoi compagni di scuola.
A parlare è stata una ragazza, Emma Gonzales, sopravvissuta alla sparatoria nella scuola superiore di Parkland, in Florida, in cui Nikolas Cruz ha ucciso 17 persone, in maggioranza suoi coetanei.
Emma ha denunciato i legami del presidente Trump con la National Rifle Association (NRA), la principale lobby delle armi degli Stati Uniti.
“A tutti i politici che hanno ricevuto donazioni dalla Nra: vergnognatevi”.
Durante una manifestazione contro le armi a Fort Lauderdale, Emma Gonzalez si è scagliata contro Trump per aver ricevuto sostegno finanziario dal potente gruppo durante la campagna presidenziale del 2016.
”Se il presidente mi dice che è stata una tragedia terribile … e non possiamo farci nulla – ha detto Emma – , gli chiederò quanto gli ha dato la National Rifle Association. Lo so: 30 milioni di dollar. Quanto valgono per lei queste persone, signor Trump?”, ha aggiunto confrontando la somma con il numero delle vittime delle sparatorie che hanno insanguinato il paese dall’inizio dell’anno.
“Essere autorizzati ad acquistare armi automatiche non è un problema politico, è una questione di vita o di morte”, ha detto ancora la ragazza, che ha deciso di esprimere le sue idee dopo che, in un discorso ufficiale all’indomani della sparatoria, Trump aveva enfatizzato i problemi di salute mentale dell’assassino, non dicendo nulla sul diritto di possedere un’arma garantita dal secondo emendamento alla Costituzione, nè sul tipo di arma (un fucile semiautomatico d’assalto, l’AR-15) usato nella sparatoria della della Florida.
Emma Gonzalez ha anche attaccato i “parlamentari statunitensi finanziati dall’NRA che ci dicono che nulla avrebbe potuto impedire ciò (quanto accaduto, ndr) o che leggi più severe non ridurrebbero la violenza attraverso le armi “.
Emma, che frequenta la Marjory Stoneman Douglas High School, nella vicina città di Parkland, quando Nikolas Cwuz ha cominciao a sparare ed ucciere, è riuscita a nascondersi nell’anfiteatro del liceo.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage