Top

Viaggiava per salutare la madre in fin di vita, ma la United Airlines la caccia dall'aereo

C'era un'irregolarità nel biglietto di Carrol Amrich, che ha tentato invano di acquistarne un altro. Un nuovo caso di mancanza di tatto per la United Airlines

Un disk della United Airlines
Un disk della United Airlines

globalist

31 Gennaio 2018 - 20.40


Preroll

La United Airlines, la compagnia che in questi mesi ha più volte fatto notizia per il modo brusco in cui ha spesso trattato i suoi passeggeri, torna a far parlare di sé e dell’assoluta mancanza di sensibilità nel trattare con una passeggera in volo per dare l’ultimo saluto alla madre.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Carrol Amrich aveva prenotato in tutta fretta un volo dal Colorado al Minnesota il 16 gennaio scorso, dato che la madre era ricoverata in ospedale in gravi condizioni e la donna voleva vederla un’ultima volta. Ma, quando era già seduta sul velivolo, il personale l’ha costretta a scendere dall’aereo per un’irregolarità riscontrara sul biglietto: Carrol aveva acquistato il biglietto da un portale di viaggi online, ma lo aveva modificato direttamente dal sito della United. A quanto sembra, è abbastanza per invalidare la carta d’imbarco e nonostante Carrol abbia provato a spiegare la situazione e ad acquistare un nuovo biglietto, l’aereo non l’ha aspettata. “Nessuno viaggia gratis” sarebbero le parole che Carrol si è sentita rivolgere.

Middle placement Mobile

La donna si è messa in macchina e ha cercato di raggiungere il Minnesota, ma non è arrivata in tempo: la notizia della morte della madre l’ha raggiunta mentre stava guidando. 

Dynamic 1

 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage