Trump: "Se la Palestina vuole il nostro aiuto, deve trattare con Israele"

Su Gerusalemme capitale: "quella non è più una questione sul tavolo delle trattative". Rabbia di Abu Mazen.

Donald Trump e Benjamin Netanyahu

Donald Trump e Benjamin Netanyahu

globalist 25 gennaio 2018

Donald Trump ha affermato che, se i palestinesi vogliono ricevere aiuti dagli Usa, allora devono tornare al tavolo dei negoziati con Israele, tavolo da cui però, ha specificato, la questione Gerusalemme è assolutamente assente: "non ce ne dobbiamo più occupare" ha detto il presidente a margine del suo incontro con il premier israeliano Benjamin Netanyahu a Davos. 


Trump ha inoltre aggiunto che Israele "pagherà" gli Stati Uniti per il riconoscimento di Gerusalemme come capitale facendo a sua volta delle concessioni. 


Abu Mazen ha risposto che "se Gerusalemme è fuori dal tavolo, lo sono anche gli Usa" e ha definito il discorso di Trump "inaccettabile": "I palestinesi sono pronti a impegnarsi in negoziati con un processo di pace basato su uno stato palestinese con Gerusalemme est capitale" ha detto il presidente palestinese.