Top

Francesco scuote la Chiesa: no al clericalismo, non siamo una élite di consacrati

Il Papa parla ai vescovi cileni: non potremmo sostenere la nostra vita, la nostra vocazione o ministero senza questa coscienza di essere Popolo

<picture> Il Papa </picture>
Il Papa

globalist

16 Gennaio 2018


Preroll

Parole davvero rivoluzionarie e che scuotono la Chiesa dal suo interno:  “La Chiesa non è e non sarà mai un’élite di consacrati, sacerdoti o vescovi. Non potremmo sostenere la nostra vita, la nostra vocazione o ministero senza questa coscienza di essere Popolo”. Lo ha detto Papa Francesco nell’incontro con i vescovi cileni nella cattedrale di Santiago. Tra loro anche monsignor Bernardino Pinera Cavallo, che quest’anno compie 60 anni di episcopato: a 102 anni è il vescovo più anziano del mondo.
“Uno dei problemi che affrontano oggigiorno le nostre società – spiega il Pontefice – è il sentimento di essere orfani, ovvero, sentire di non appartenere a nessuno. Questo sentire “postmoderno” può penetrare in noi e nel nostro clero”. “La mancanza di consapevolezza di appartenere al Popolo di Dio come servitori, e non come padroni, ci può portare a una delle tentazioni che arrecano maggior danno al dinamismo missionario che siamo chiamati a promuovere: il clericalismo, che risulta una caricatura della vocazione ricevuta”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage