Top

I curdi iracheni si schierano con Erdogan: ok alla lotta contro il Pkk

Il Partito democratico del Kurdistan aiuta Erdogan a combattere i curdi del Pkk: Ankara vuole occupare una zona del Kurdistan iracheno

Un combattente del Pkk
Un combattente del Pkk

globalist

11 Gennaio 2018 - 16.56


Preroll

Curdi contro curdi. Anche se, per chi conosce le cose, è fin troppo ovvio che i curdi siano divisi in tante litigiose fazioni al loro interno: il Partito democratico del Kurdistan (Pdk) iracheno avrebbe concluso un patto con la Turchia per permettere ad Ankara di creare una zona cuscinetto nel territorio del Kurdistan iracheno per combattere il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk), che si batte per l’indipendenza dalla Turchia e ha basi in Iraq.
Lo ha detto il quotidiano iracheno Al Sabah al Jadid. “Fonti informate” hanno detto al giornale che l’accordo permetterà all’esercito turco di operare nel territorio del Kurdistan iracheno in cambio di un impegno di Ankara a facilitare negoziati tra gli stessi curdi iracheni e il governo centrale di Baghdad per mettere fine alle tensioni sorte dopo un referendum sull’indipendenza curda nel settembre scorso.
L’intesa, se confermata, segnerebbe anche un ritorno ai tradizionali rapporti di collaborazione tra il Pdk, guidato da Massud Barzani, e la Turchia, che si era anch’essa fermamente opposta al referendum.
Nella caotica situazione seguita alla guerra all’Isis, il Pkk ha rafforzato il controllo su parti del territorio curdo in Iraq, in particolare nella regione montuosa di Qandil. Secondo le fonti, la Turchia vorrebbe replicare in Iraq quanto già fatto nel nord della Siria, dove controlla la regione di Jarablus per fare da baluardo alle forze curde siriane del Pyd, affiliate al Pkk e sostenute dagli Usa

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage