Top

Siria: cade anche Boukamal, l'ultimo bastione dell'Isis

La città, nella provincia di Deir Ezzor, ripresa dall'esercito siriano e della formazioni alleate, tra cui anche Hezbollah. I miliziani in fuga verso zone desertiche

Deir Ezzor- immagine di archivio
Deir Ezzor- immagine di archivio

globalist

10 Novembre 2017 - 08.28


Preroll

E’ caduto ieri l’ultimo bastione dell’Isis in Siria: l’esercito di Damasco, ”in cooperazione con le forze aggiuntive ed alleate”, si legge in un comunicato, ha liberato la città Boukamal, sconfiggendo definitivamente il progetto dello Stato islamico per la regione.
Boukamal, nella provincia di Deir Ezzor, si trova nell’est della Siria, vicino alla frontiera irachena. Secondo diverse fonti, la città è caduta dopo essere stata attaccata anche da nord dai combattenti libanesi di Hezbollah, alleati del regime siriano.
Imporante anche il contributo delle unità paramilitari sciite di Hachd al-Chaabi, che appoggiano l’esercito iracheno nell’offensiva dello Stato islamico. Ai combattimenti avrebbero partecipato anche miliziani irachene e dei Guardiani della rivoluzione iraniani.
L’ultimo assalto a Boukamal è stato scatenato dopo la presa di Deir Ezzor, dopo i raid aerei russi. Dopo i violenti combattimenti, i miliziani si sarebbero ritirati in zone deserticche ad est nella provincia di Deir Ezzor.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile