California: una apocalisse di fiamme sta distruggendo il vigneto d'America

21 morti e 560 dispersi il bilancio ufficiale, che però, secondo molti, è destinato a crescere. Il vento ha ripreso forza tornando ad alimentare decine di devastanti focolai

Incendi in California

Incendi in California

globalist 12 ottobre 2017

E' una catastrofe, fatta da fiamme e vento, di cui ancora non si intravede una fine, quella che sta distruggendo centinaia di chilometri quadrati nella California settentrionale. Il leggero ottimismo che si era nutrito, ieri, quando i venti avevano cominciato a scemare di intensità è virato verso il pessimismo dell'evidenza. Il vento è tornato a soffiare alimentando focolai - ne sono stati censiti ventisette dal dipartimento della Protezione antincendio dello Stato - che sembravano essere stati domati.

Il bilancio, ad oggi, parla di 21 vittime accertate e di 560 dispersi, con 35 mila tra case e stabilimenti andati in cenere.
Il focolaio più intenso e devastante, a nord di Santa Rosa, ha meritato d'essere chiamato per nome e lo hanno battezzato Tubbs. Ha già ucciso undici persone, polverizzato 570 edifici e devastato undicimila ettari di terreno coltivato. Si tratta di vigneti che erano il cuore della migliore produzione vinicola di California ed America. 
In ginocchio anche la rete telefonica della regione, cosa che sta rallentando le comunicazioni e quindi il lavoro dei soccorritori.
Gli incendi hanno spinto 50.000 persone ad evacuare dalle loro case . Gli appelli delle autorità sono mirati ad evitare che si creino ingorghi, alimentati da gente che fugge, cercando di portare con sè il necessario. A loro lo sceriffo della contea di Sonoma, Robert Giordano, ha chiesto di mantenere la calma: ''Se dobbiamo evacuare la gente - ha detto alle centinaia di famiglie in fuga - sarà più facile se non siete per strada. Se avete un posto dove andare, andateci direttamente senza perdere tempo''.
Nella riceerca di responsabilità qualcuno ha pensato che la colpa possa essere della Santa Ana, un vento che soffia in California in questo periodo. Ma, dice il servizio antiincendio dello Stato, a creare e condizioni ideali per gli incendi sono stati vegetazione secca e siccità, che va avanti da mesi.