Top

Nate raggiunge Louisiana e Mississipi, ma perde forza

Scattate le procedure di emergenza, con l'apertura di rifugi per coloro che hanno dovuto abbandonare la casa per precauzione.

<picture> L'uragano Nate </picture>
L'uragano Nate

globalist

8 Ottobre 2017


Preroll

L’uragano Nate si sta abbattendo sulle coste meridionali degli Stati Uniti, toccando prima la Louisiana e, quindi, virando verso il territorio del Mississipi, dove c’è il timore fondato che possa provocare delle inondazioni e dove le autorità locali hanno aperto dei rifugi per accogliere chi è stato costretto a lasciare la sua casa.
Comunque Nate sembra avere in parte risparmiato la città di New Orleans, che era in stato d’allarme da quando da tempesta tropicale era stato classificato come uragano di classe 1 (su una scala di 5).
La forza dei venti che Nate sta portando (sino a 137 chilometri all’ora) potrebbe, comunque, fare scemare il pericolo che una prolungata piovosità provochi gravi problemi ai sistemmi di drenaggio della città.
Dopo che il Centro nazionale uragani ha cancellato l’allarme, a New Orleans è stato revocato il coprifuoco che avrebbe dovuto scattare a partire dalle 19.00 di ieri. Resta l’allarme, comunque, per altre città, come Gulfport e Biloxi. Per precauzione sono stati evacuati alcuni alberghi e casinò della zona, in previsione che la pioggia possa aumentare d’intensità (in alcune zone, comunque, non residenziali, ne potrebbero cadere sino a 25 centimetri).
Intanto il presidente Donald Trump ha ordinato l’assistenza del governo federale agli Stati che hanno dichiarato uno stato di emergenza.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage