No a razzisti e suprematisti bianchi: anche l'Australia non li vuole

La protesta in occasione del raduno annuale di One Nation Party, il gruppo di estrema destra accusato di aver sdoganato i nazisti

Protesta a Brisbane in Australia

Protesta a Brisbane in Australia

globalist 27 agosto 2017

Lei si chiama Pauline Hanson e ha avuto il suo momento di celebrità fuori dall'Australia per essere presentata in parlamento vestita con il Burqa.
La Hanson è la leader di One Nation Party, il partito di estrema destra autraliano accusato da molte parti di aver alimentato la crescita di gruppi supremartisti bianchi e neonazisti.
Così gruppi di manifestanti si sono radunati a Brisbane dove c'era il meeting annuale degli estremisti di destra per protestare contro razzisti.
Non solo negli Stati Uniti, anche in Australia non li vogliono.