Der Spiegel mette il cappuccio del Ku Klux Klan a Trump: è il suo vero volto

Dal settimanale tedesco un duro attacco al miliardario dopo i fatti di Charlottesville: è un razzista, un predicatore di odio

Trump nella copertira di Der Spiegel

Trump nella copertira di Der Spiegel

globalist 19 agosto 2017

Non ci sono andati per il sottile e l'attacco è forte: un uomo in giacca nera e cravatta rossa, con il volto coperto da un cappuccio a punta tipico del Ku Klux Klan e accanto la scritta: «Il vero volto di Donald Trump». È la copertina del settimanale tedesco "Der Spiegel" che attacca duramente il presidente Usa, dopo i suoi commenti sull'equivalenza tra suprematisti bianchi e loro oppositori, dopo gli scontri a Charlottesville in Virginia.
«Trump è un razzista, un predicatore di odio», si legge nell'editoriale del settimanale.
La rivista tedesca non è la prima a pubblicare delle cover polemiche nei confronti dell'inquilino della Casa Bianca.
Anche The New Yorker, Time e The Economist hanno infatti messo in copertina immagini simili in passato.