Top

Il comitato del Nobel accusa la Cina: "La morte di Liu Xiaobo è colpa di Pechino"

I norvegesi: "Doveva ricevere cure mediche adeguate"

Il Comitato del Nobel attacca la Cina per la morte di Liu Xiaobo
Il Comitato del Nobel attacca la Cina per la morte di Liu Xiaobo

Desk

13 Luglio 2017 - 14.47


Preroll

L’hanno definita una morte prematura perché Liu Xiaobo non è stato “trasferito in una struttura dove avrebbe potuto ricevere cure mediche adeguate prima di diventare malato terminale”. Il Comitato norvegese del Nobel accusa la Cina: “Il governo cinese porta la pesante responsabilità della sua morte”. Lo ha affermato Berit Reiss-Andersen, la presidente del Comitato, commentando la morte dell’attivista e dissidente cinese, Premio Nobel per la Pace nel 2010. Liu è morto in un ospedale in Cina per danno multiorgano, malato di cancro al fegato in fase terminale; vi era stato trasferito dal carcere dove era rinchiuso dal 2009 per “sovversione”. Pechino ha respinto tutte le richieste perché gli fosse consentito di essere curato all’estero. Liu Xiaobo era in condizioni critiche da settimane ed era stato ricoverato in un ospedale a Shenyang, nel nord-est della Cina dove era stato trasferito dal carcere dopo che il 23 maggio gli era stato diagnosticato un cancro al fegato in fase terminale. Secondo un comunicato ufficiale dell’ospedale nelle ultime ore i medici avrebbero proposto l’intubazione per provare a mantenerlo in vita, ma la famiglia avrebbe rifiutato

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage