Top

Charlie Gard, il giudice: nuova udienza per decidere sulla cura sperimentale

L'udienza è stata fissata per giovedì 13 luglio, tuttavia poteva non essere risolutiva.

I genitori di Charlie Gard
I genitori di Charlie Gard

globalist

10 Luglio 2017 - 15.34


Preroll

Il giudice dell’Alta Corte del Regno Unito che si sta occupando del caso di Charlie Gard ha fissato per giovedì 13 luglio la nuova udienza in merito, precisando tuttavia che potrebbe non essere risolutiva. Lo riferisce su Twitter Fergus Walsh, corrispondente della Bbc che si occupa di questioni mediche.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Leggi anche I genitori di Charlie Gard lanciano una petizione: fatelo curare negli Stati Uniti

Middle placement Mobile

 

Dynamic 1

Bisognerà aspettare ancora per conoscere le nuove decisioni dell’Alta Corte inglese sul piccolo Charlie Gard. “Esaminerò il caso giovedì di questa settimana e potrei essere in grado di risolverlo. Oppure no”. Queste le parole di ‘Mr Justice’ Nicholas Francis, il giudice sotto il quale si sta svolgendo l’udienza di oggi e lo stesso che finora ha seguito il caso del piccolo di 11 mesi affetto da una grave malattia rara. A riferirle in diretta su Twitter è Fergus Walsh, giornalista della Bbc.
Durante la seduta i genitori Chris Gard e Connie Yates hanno chiesto di poter sottoporre il bimbo a terapie sperimentali all’estero. E il legale della famiglia aveva anche chiesto più tempo, e cioè che l’udienza decisiva si tenesse tra il 25 e il 27 luglio, dal momento che alcune nuove evidenze scientifiche sul trattamento sperimentale a cui i genitori vorrebbero sottoporlo non saranno disponibili prima del 21. “Non c’è alcuna persona vivente che non vorrebbe salvare Charlie“, ha detto il giudice nel corso di quella che è diventata un’udienza drammatica, in cui il legale dei genitori è arrivato anche a chiedere se non debba essere un altro giudice a esaminare queste nuove evidenze, visto che la Corte così composta aveva già rigettato il caso. Osservazione alla quale ‘Mr Justice’ ha replicato: “Io ho sempre fatto il mio lavoro e continuerò a farlo”, aggiungendo che a suo avviso “sarebbe sbagliato cambiare giudice”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile