Top

Festival per sole donne nere vietato ai bianchi. La sindaca di Parigi: fermatelo

Il Nyansapo è organizzato dai gruppi femministi. Protestano le organizzazioni anti-razziste. Il collettivo Mwasi: è tutto falso

La sindaca di Parigi Anne Hidalgo
La sindaca di Parigi Anne Hidalgo

globalist

29 Maggio 2017 - 07.33


Preroll

Bianchi che discriminano i neri. Purtroppo è una storia vecchia. Ma, anche se più raramente, capita che ci siano neri che vogliono discriminare i bianchi. E non va bene lo stesso. Perché sempre di razzismo si tratta.
Cpsì la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, ha chiesto che venga vietato un festival femminista nero, il Nyansapo Festival, perché “proibito ai bianchi” e quindi discriminatorio.
La prima edizione del festival, che si dovrebbe tenere dal 28 al 30 giugno in un centro culturale della capitale, si è autodefinito come un “evento basato sull’attivismo femminista nero su scala europea”. Quattro quinti dell’area del festival dovrebbero essere esclusivamente “per donne nere”, secondo il suo sito internet.
La socialista Hidalgo ha condannato come discriminatorio l’evento. “Chiedo che questo festival venga vietato”, ha scritto Hidalgo, aggiungendo che si riserva il diritto di “perseguire gli organizzatori per discriminazione”. Il prefetto di polizia Michel Delpuech, dal canto suo, ha detto in un comunicato di non aver ricevuto indicazioni relativamente all’evento fino a ieri sera. Ma ha precisato che garantirà “il rigoroso rispetto delle leggi, dei valori e dei principi della repubblica”.
Le organizzazioni antirazziste francesi hanno preso posizione contro il festival. Sos Racisme ha descritto l’evento come “un errore, peggio un abominio, perché si basa sulla separazione etnica, mentre l’antirazzismo cerca di andare oltre le razzi”. Il Lucra (Lega internazionale contro razzismo e antisemitismo) ha detto che Rosa Parks (l’icona dei diritti civili Usa, ndr.) si sta rivoltando nella tomba”.
Il centro culturale La Generale, che ospita l’evento, e il collettivo Mwasi, che l’organizza, hanno reagito lamentando di essere “oggetto di una campagna di disinformazione di ‘fake news’ orchestrata dalla più folle estrema destra”. E ha deplorato che “certe associazioni antirazziste si siano fatte manipolare”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage