Ready for Peace: le donne sfidano Trump e Netanyahu

Il movimento pacifista Women Wage Peace ha lanciato una campagna in occasione della visita del presidente Usa in Israele

Ready For Pace a Tel Aviv

Ready For Pace a Tel Aviv

globalist 18 maggio 2017

Una iniziativa da appoggiare: il 22 maggio il Presidente Trump si recherà in Israele per incontrare il Primo Ministro Benjamin Netanyahu. All’inizio del mese ha ricevuto alla Casa Bianca il presidente palestinese Mahmoud Abbas e si è impegnato ad aiutare Israele e Palestina a raggiungere un accordo di pace.

Il movimento pacifista di base Women Wage Peace, fondato durante l’ultima guerra a Gaza, di cui fanno parte 11.000 donne “al di là di tutte le divisioni politiche, religiose, etniche, sociali e geografiche”, ha colto questa occasione per lanciare un messaggio potente a tutti i leader politici: in Israele le donne sono pronte per la pace.


La campagna chiede a tutti di sostituire il proprio profilo facebook con il logo “Ready for Peace”.
E in questa occasione è stata scattata una foto di gruppo al Midron Jaffa Park di Tel Aviv con persone vestite di bianco per formare la scritta Ready for Peace. Una lettera aperta al Presidente Trump scritta da due donne, Hiam Tanous di Haifa e Anat Saragusti di Tel Aviv, è stata pubblicata su Haaretz, uno dei più importanti giornali israeliani.
Chi vuole appoggiare questa campagna può andare sulla pagina facebook di Women Wage Peace, seguita da più di 33.000 persone e creare il proprio post Ready for Peace. Non ci sono limiti al modo di rappresentarlo. Gli uomini e le donne coraggiosi di Women Wage Peace non si fermeranno nella loro lotta nonviolenta per la pace: tutto è possibile se siamo pronti a farlo.