L'Onu: 2 milioni in fuga dal Sud Sudan, servono soldi per salvarli dalla fame

L'alto commissariato: gli aspri combattimenti hanno provocato un numero record di rifugiati

Quasi due milioni di sfollati nel sud Sudan

Quasi due milioni di sfollati nel sud Sudan

globalist 15 maggio 2017

C'è da fare presto per evitare morti per fame, sete e stenti: le Nazioni Unite hanno annunciato che un contributo di 1,4 miliardi di dollari sarà necessario quest'anno per aiutare 1,8 milioni di rifugiati in fuga da guerra e carestia nel Sud Sudan. L'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) e il Programma Alimentare Mondiale (Pam) hanno presentato a Ginevra un piano di azione con un bilancio due volte superiore ai 781 milioni di dollari (714 milioni di euro) che avevano in precedenza reclamato per far fronte a questa crisi.


"Gli aspri combattimenti e il deterioramento delle condizioni umanitarie in Sud Sudan spingono la gente a fuggire dalla propria abitazione, con numeri record", ha avvertito il responsabile dell'Unhcr, Filippo Grandi, in un comunicato.


A due anni e mezzo dalla sua indipendenza, il Sud Sudan è sprofondato nel dicembre 2013 in una guerra civile che ha provocato decine di migliaia di morti.
Circa 1,8 milioni di sudsudanesi, tra i quali un milione di bambini, si sono rifugiati nei Paesi vicini: Uganda, Sudan, Etiopia, Kenya, Repubblica Democratica del Congo e Centrafrica.