Turchia sempre più imbavagliata: Erdogan fa arrestare 42 giornalisti

Tutti fermati per presunti legami con il predicatore Fethullah Gulen

Manifestazione per la libertà di stampa in Turchia

Manifestazione per la libertà di stampa in Turchia

globalist 25 luglio 2016

Repressione e soprattutt bavaglio contro gli odiati giornalisti che raccontano la verità: le autorità turche hanno spiccato un mandato d'arresto per 42 giornalisti, per presunti legami con il predicatore Fethullah Gulen, accusato di essere l'ispiratore del fallito golpe del 15 luglio. Lo riferisce l'emittente locale Ntv.

Tra i giornalisti colpiti da mandato d'arresto ci sono anche molti nomi noti, tra i quali quello di Nazli Ilicak, firma di punta di molti quotidiani e commentatrice televisiva.
Secondo il quotidiano Hurriyet, il mandato d'arresto è stato emesso dal procuratore capo di Istanbul, Irfan Fidan. Nessun giornalista è stato ancora arrestato.
La polizia si è presentata presso l'abitazione di Ilicak a Istanbul, ma non l'ha trovata e ha chiesto il supporto dei commissariati della provincia egea di Mugla, presumendo che la giornalista possa trovarsi a Bodrum.